TEST ALLERGOLOGICI

  • PRICK TEST: test cutaneo che viene eseguito applicando sulla superficie dell’avambraccio modeste quantità dell'allergene della sostanza sospettata di provocare la reazione, per poi favorirne la penetrazione nella pelle con graffi leggeri o punture di spillo. Se in corrispondenza dell'applicazione si manifesta un rigonfiamento, l’Utente è molto probabilmente positivo a quel tipo di allergene e può essere formulata una diagnosi. 
  • PATCH TEST: test cutaneo attraverso il quale l’allergene viene applicato su un cerotto, che viene posizionato sulla pelle. Il patch viene lasciato a contatto con la pelle, generalmente sul braccio o sulla schiena, per 48/72 ore dopodiché lo specialista effettua una lettura della reazione cutanea e redige una scheda in cui sono indicate le sostanze alle quali il paziente è risultato essere allergico, l’entità della reazione ottenuta e le norme di prevenzione.
  • RAST-TEST: questo tipo di esame allergologico rileva la quantità di immunoglobuline E (IgE) in circolo nel sangue.
  • FABER-TEST: è il più attuale e completo strumento diagnostico oggi disponibile per la diagnosi di allergia. Valuta 122 molecole allergeniche e 122 estratti allergenici provenienti da 123 diverse fonti allergeniche in un unico test utilizzando una minima quantità di siero.

PRENOTA ORA LA TUA VISITA